via Carlo Battaglia 9, Riposto
+39 3486729872
info@SicilySeaShell.com
Book Now
Isola Lachea
Isola Lachea di Aci Trezza: Come arrivare e Cosa vedere

Con l’articolo di oggi, seppure solo virtualmente, vi farò visitare l’Isola Lachea di Aci Trezza, la più grande delle isole che formano il cosiddetto Arcipelago dei Ciclopi.

Isola Lachea: Cosa c’è da Sapere

Isola Lachea di AcitrezzaL’Isola Lachea è situata proprio di fronte la costa di Aci Trezza, ad una manciata di chilometri da Catania (e da Riposto): insomma, una delle zone più belle della Sicilia!

L’immagine che prendiamo in prestito da Google Earth ci fa notare la notevole vicinanza dell’Isola Lachea alla spiaggia (poche centinaia di metri). Si dice che un tempo, sia l’isola che i Faraglioni fossero addirittura unite alla terraferma.

L’Arcipelago dei Ciclopi deve il suo nome alla leggenda secondo la quale i faraglioni sarebbero i massi scagliati da Polifemo contro Ulisse ed i suoi compagni, mentre questi fuggivano a bordo della propria imbarcazione. L’Isola Lachea, invece, viene identificata nell’Odissea come il primo punto di approdo di Ulisse nella terra dei Ciclopi. Secondo Omero, il re di Itaca esplorò l’isolotto da cima a fondo senza però incontrare nessuno, ad eccezione di una miriade di capre in libertà.

In realtà, sia l’Isola Lachea che i faraglioni circostanti, sono di chiara origine vulcanica. Essi si sono formati a seguito di un’eruzione sottomarina, avvenuta in Sicilia circa 500.000 anni fa.

lucertola dal petto rosso sull'Isola LacheaA partire dal 1998, l’intera area dei faraglioni fa parte di una riserva naturale integrata, la cui gestione è affidata a CUTGANA, un ente che dipende dall’Università di Catania. Benché l’Isola Lachea sia molto piccola (la sua estensione è di appena 0,02 chilometri quadrati), la sua ricchezza è straordinaria sotto diversi punti di vista: paesaggistico, naturalistico, geologico ed archeologico.

In base ai reperti rinvenuti, si è stabilito che l’isola sia stata abitata nella preistoria, al tempo dei Fenici e durante l’epoca romana.

Molto varie sono le specie animali che vivono sull’isola Lachea: oltre ai numerosi uccelli, merita una speciale menzione la Podarcis Siculus Ciclopica, la lucertola dal collo rosso. Questa rarissima sottospecie vive esclusivamente sull’Isola Lachea e sul vicino Scoglio della Madonnina.

Come arrivare sull’Isola Lachea

Vediamo adesso come arrivare sull’Isola Lachea; per raggiungere Aci Trezza, seguite innanzitutto le indicazioni che ho inserito nell’apposita pagina. Una volta arrivati in paese, portatevi presso il suo porticciolo: troverete un continuo andirivieni di barche che fanno la spola fra l’isola e la terraferma.
Il trasporto è gestito dai pescatori (o ex pescatori) della zona, per mezzo delle loro caratteristiche imbarcazioni. Non farete fatica ad identificarli; anzi, è probabile che siano loro stessi a individuare voi e ad invitarvi a salire a bordo!

Personalmente ho visitato l’Isola Lachea nell’agosto 2018, servendomi proprio di questo servizio. Il costo, più che ragionevole, è stato di 3€ a persona, andata e ritorno, con pagamento al rientro. Per concordare il momento del ritorno, ci si accorda telefonicamente, con qualche minuto di anticipo.

spiaggia dell'isola lacheaNel nostro caso, la barca ci ha accompagnati sulla spiaggia occidentale, quella rivolta verso il paese. Benché questo sia il punto di approdo più vicino, ci è stato confermato che sia possibile farsi accompagnare anche sul versante opposto dell’isola, più tranquillo e dall’aspetto più “selvaggio”.

Inoltre, potrete scegliere di farvi portare sul Faraglione Grande (il più vicino all’Isola Lachea) o – se vi piace la tranquillità – su uno dei tanti piccoli scogli che sorgono nelle vicinanze.

In estate, come dicevo, il viavai di imbarcazioni è continuo, dalla mattina alla sera. Durante l’inverno il servizio è invece ridotto, ma l’Isola Lachea rimane comunque raggiungibile in qualsiasi stagione (meteo permettendo). Mettete magari in contro di dover attendere un po’ per partire e per essere riportati sulla terraferma.

Cosa Fare sull’Isola Lachea

Il motivo principale per il quale si visita l’Isola Lachea è quello di fare il bagno e prendere il sole in una location fuori dall’ordinario. Così come ad Aci Trezza, la spiaggia non è però molto confortevole, poiché formata da roccia lavica dura, spigolosa e rovente. Il contesto, invece, è davvero eccezionale: il mare è cristallino e la vista mozzafiato.

Se vi piacciono i tuffi, sull’isola troverete pane per i vostri denti. Grazie ai tanti scogli ed alla notevole profondità dell’acqua, è possibile lanciarsi da diverse altezze, sempre prestando la dovuta attenzione. Tenete presente che per ragioni di sicurezza, in alcuni punti questa attività è espressamente vietata.

spiaggia dell'isola lacheaIn virtù della ricchezza del fondale, l’area circostante l’Isola Lachea è un luogo perfetto per lo snorkeling. Se non avete a disposizione una maschera adatta, potete comunque ammirare il fondale salendo a bordo di uno speciale battello con fondo trasparente.

Purtroppo, non è possibile esplorare Lachea in autonomia. La spiaggetta presso la quale normalmente si approda ha dimensioni molto limitate e non dà accesso alla restante parte dell’isola. Una volta lì, potrete muovervi solo all’interno di un’area circoscritta.

Aggiungiamo che, nelle calde giornate d’agosto, la zona d’approdo diventa affollatissima (in un altro articolo ho già spiegato che il periodo migliore per andare in Sicilia potrebbe non coincidere con l’alta stagione!).

Se avete un po’ di confidenza con il mare, comunque, potete raggiungere la spiaggia orientale dell’Isola Lachea a nuoto in pochi minuti, o – come dicevo poc’anzi – potete farvi accompagnare direttamente lì dai pescatori. Recentemente ho anche effettuato l’intero giro dell’isola a nuoto, senza riscontrare particolari difficoltà; in molti punti è possibile fermarsi su qualche scoglio e concedersi una pausa.

Visite Guidate sull’Isola Lachea

Potrete comunque andare alla scoperta dell’Isola Lachea prendendo parte ad una visita guidata organizzata dall’ente Cutgana al quale, come detto, è affidata la gestione dell’isola. Le visite sono completamente gratuite e le guide sono preparate e piene di entusiasmo. Il punto di partenza è il piccolo edificio di colore rosa posto a pochi metri dalla costa, ben visibile anche da Aci Trezza (ed in molte delle foto presenti in questa pagina).

L'Isola Lachea e l'Arcipelago dei Ciclopi ad Aci Trezza

Anche se il percorso non è particolarmente impegnativo, è necessario affrontarlo con abbigliamento adeguato: in particolare, è necessario calzare scarpe chiuse. Le visite sono a numero chiuso e non possono essere prenotate: cercate quindi di raggiungere l’isola con un buon anticipo!

Durante l’estate 2018 è stata effettuata una visita al giorno con partenza alle ore 10:30. Il sabato e la domenica, in virtù della maggiore affluenza di visitatori, è stata organizzata una visita supplementare (con partenza immediatamente dopo il termine della prima). Durante il mese di settembre le visite guidate vengono invece organizzate solo nei giorni feriali, mentre in pieno inverno esclusivamente su appuntamento.

Presumo che le modalità restino simili anche in futuro, ma per avere informazioni sempre aggiornate vi consiglio di consultare direttamente il sito Cutgana.

Leave a Reply